Opere

Luci d’Artista è un progetto della Città di Salerno - POC 2014-2020; linea di azione: Rigenerazione urbana, politiche per il turismo e cultura; intervento cofinanziato dalla Regione Campania nell’ambito del Piano Strategico Cultura e Beni Culturali – Programmazione 2022.
La manifestazione, giunta quest’anno alla 17a edizione, è diventata un appuntamento imprescindibile della città, atteso e fruito ogni anno da migliaia di cittadini e turisti. La Città di Salerno, pertanto, rinnova il suo benvenuto a coloro che la visitano durante questo gioioso evento e augura a tutti una buona permanenza, un sereno Natale e un luminoso anno nuovo.

01 Via Porto, via Ligea, via Pertini, via Molo Manfredi – La Rete dei Sogni
I lunghi pali dell’illuminazione pubblica che segnano questa parte di città che affaccia sul mare ricordano le sottili e flessuose canne da pesca. I cilindri realizzati con una sorta di maglia luminosa rimandano alle reti dei pescatori. Dentro quelle reti rimangono impigliati, come pesci colorati, i loro (e i nostri) sogni.

02 Villa Comunale: Animali Leggendari
La Villa Comunale rappresenta per la Città di Salerno, e per la sua manifestazione Luci d’Artista, uno dei luoghi più celebri e frequentati da cittadini e turisti. Situato nel centro cittadino, diventa, nel periodo natalizio, una meta ambita in particolar modo da famiglie e bambini in quanto, ogni anno, i suoi giardini si trasformano in una scenografia di grandi ed affascinanti luminarie. In questa edizione di Salerno-Luci d’Artista la Villa Comunale è l’habitat di quattro, maestosi Animali Leggendari (l’Unicorno, Pegaso, l’Araba Fenice e il Mammut), simboli di altrettante virtù umane.


03 Piazza Sedile del Campo: Il Volo delle Farfalle
Piazza Sedile del Campo è una delle piazze di Salerno più amate e frequentate. Qui, il tema portante di quest’anno - la Natura – è riproposto attraverso l’installazione di una miriade di farfalle variopinte che invade tutto lo spazio urbano, allietando la passeggiata di cittadini e turisti.


04 Centro Storico: Le 4 stagioni
Le stagioni sono protagoniste della nostra vita e di questa installazione, pensata per il centro storico della città, in cui colorate e luccicanti installazioni riproducono fiori e piante tipici del nostro habitat naturale; assisteremo così al risveglio primaverile della natura dopo il dormiente inverno, alla bellezza dell’estate e all’approssimarsi del mite autunno. Ma esistono ancora le stagioni?
Una domanda un po’ provocatoria che pone l’accento sul tema della natura e del nostro rapporto con essa, di estrema attualità per il quale, sempre più spesso, siamo costretti a confrontarci.


05 Convento di S. Sofia: La madonna con bambino; artista: Eduardo Giannattasio

06 Via Duomo: Presepe
Il percorso che conduce alla Chiesa Madre di Salerno sarà punteggiato da figure luminose che rimandano ai protagonisti del Presepe, la rappresentazione della nascita di Gesù, che ha origine da tradizioni tardo antiche e medievali. L’allestimento del presepe in casa nel periodo natalizio (usanza tipicamente italiana) è diffusa oggi in tutti i paesi cattolici del mondo. Vi compaiono diversi personaggi della tradizione: innanzitutto la sacra Famiglia con Giuseppe, Maria e Gesù bambino, e poi il bue e l’asinello, i Magi, i pastori, le pecore, gli angeli. Una scelta felice che ben s’inserisce nella misticità del luogo e ne valorizza il carisma urbanistico e spirituale. Si arriva in Cattedrale, dunque, con un percorso luminoso che ci riporta alla tradizione e all’infanzia.


07 Piazza Sant’Agostino: Biscotti di Natale
Le festività natalizie sono, per ciascuno di noi, un periodo particolarmente intenso, spesso trascorso tra le mura domestiche, in compagnia dei propri affetti familiari e degli amici. Questa festa “casalinga” è accompagnata spesso dalla produzione e dal consumo di dolci tipici della tradizione. Una delle golosità più amate dai bambini sono i Biscotti di Natale, a forma di omino buffo e simpatico, consumati a colazione e merenda o usati come decorazione natalizia. I Biscotti di Natale, sospesi in aria, sembrano danzare e animano, con la loro presenza allegra e colorata, la Piazza Sant’Agostino.


09 Piazza Portanova: Albero di Natale
Piazza Portanova, punto focale della Città, è il fulcro che unisce il vecchio Centro Storico, costituito da strade strette e vicoli con botteghe e locali tipici, al più ampio ed elegante Corso Vittorio Emanuele, con negozi moderni e contemporanei. Dalla piazza, si apre lo scenario sulla vista del lungomare, da sempre passeggio “marino” della Città. Per tale motivo, da sempre, questa piazza è sede del grande Albero di Natale, che rinnova ogni anno una delle più tradizionali usanze natalizie ed è simbolo della rinascita della vita dopo l'inverno e del ritorno della fertilità della Natura.


10 Piazza San Francesco, Via Roma: Alberi magici
Lo spettacolo di luci sugli alberi crea di notte un’atmosfera silenziosa e sospesa che rimanda da un lato ai paesaggi innevati e candidi dell’inverno e dall’altro alla magia della Festa e del Natale.


11 Via Cocchia; via Ventimiglia, via Madonna di Fatima: Addobbi di Luce


12 Piazza Flavio Gioia: L’Albero della Vita
L’Albero della Vita è il titolo di questa maestosa installazione, simbolo che rievoca numerosi concetti: immortalità, famiglia, amore, nascita e rinascita. Elemento ricorrente in numerose filosofie e religioni in tutto il mondo, richiama istintivamente l’esistenza, intesa come un percorso che ci conduce verso la vita spirituale e ci connette con l’Universo. Il Tree of Life si compone di diverse parti, tutte fondamentali: le radici, che affondano nel terreno, accogliendo il nutrimento di Madre Terra. Senza le nostre radici, oggi non saremmo chi siamo; il tronco che, ergendosi con orgoglio e forza, sostiene i rami su cui crescono le foglie (simbolo della protezione), fioriscono i fiori e maturano i frutti che simboleggiano le occasioni e i doni che la vita ci offre; i rami, che intrecciandosi tra loro creano una sorta di nido accogliente, simbolo della famiglia che cresce e prospera. L’Albero della Vita è uno spettacolo di luci e colori straordinario: una maestosa e suggestiva scenografia che raccoglie l’energia vitale emanata dal sole, luna e stelle e la dona a Salerno e ai suoi visitatori.

13 Via Trento, via Posidonia, via Torrione: Fiori d’Argento

14 Via del Carmine, via dei Principati: Rami Dorati
Antiche tradizioni pagane prevedevano rami di alloro all’interno delle case ed era usanza decorare l’esterno delle case con rami di pino alla fine di dicembre. Nel corso dei secoli questi usi subiscono delle modifiche, dettate dal cambiamento del gusto, usi, costumi e tradizioni delle società tanto che oggi una delle decorazioni tipiche del periodo natalizio un po’ in tutto il mondo, è quella dei rami dorati.
L’oro è il colore che, insieme all’argento e al rosso, viene più utilizzato nelle decorazioni natalizie in quanto, oltre a rimandare all’idea di ricchezza e preziosità (con foglia d’oro, ad esempio, venivano realizzate le stelle dei dipinti antichi perché simboli divini), conferisce alla superficie una particolare luminosità e brillantezza.

15 Via Santa Margherita, via Amendola, via Sichelmanno: Biancospino
Gli antichi Romani utilizzavano il biancospino per allontanare il malocchio e la sfortuna. Proprio per questo suo significato, era dunque uso nell’antichità adornare le culle dei neonati con piccoli rami fioriti. Speranza, tanta fortuna e positività sono i messaggi legato a questa pianta, la cui fioritura avviene tra aprile e maggio mentre i suoi frutti maturano tra novembre e dicembre, il che la rende una delle piante tipiche delle festività natalizie.


16 Corso Garibaldi: Alberi Innevati


17 Piazza Vittorio Veneto: L’Albero Magico
Benvenuti! Quest’albero natalizio è il simbolico benvenuto della Città di Salerno a tutti i visitatori. V’invitiamo a consultare la planimetria delle installazioni di Luci d’Artista e le informazioni sugli altri eventi culturali (rappresentati su tutti totem informativi, presso i punti di Informazione Turistica e le strutture ricettive della città), e vi auguriamo una piacevole permanenza in città.

18 Piazza Caduti di Brescia: La Stella dei Desideri
La stella è uno dei simboli del Natale e, più genericamente, della festa. La sua raffigurazione e il significato sono riconducibili a numerosi contesti. La stella è certamente la Cometa che guida il percorso dei pellegrini alla grotta della Natività ma è anche quella del firmamento, contenuta in tantissime raffigurazioni pittoriche della storia dell’Arte. La stella è associata anche alla figura dell’angelo, quale soggetto epifanico per eccellenza, ma più prosaicamente, è una figura archetipa, che simboleggia la Luce, la Speranza, l’Energia, la Forza cosmica. La Stella dei Desideri, titolo di questa installazione, è un portale, un varco: attraversarla esprimendo un desiderio, può essere un modo rituale e magico per credere ai nostri sogni.


19 Lungomare Trieste:
Don Chisciotte; artista: Eduardo Giannattasio;
Pulcinella e il topolino; artista: Enzo Caruso;
Metamorphosis; artista: Eliana Petrizzi;
Il Tuffatore; artista: Sergio Vecchio;
Il Poeta; artista: Livio Ceccarelli

Queste opere originali sono state commissionate dall’Amministrazione comunale della Città nelle precedenti edizioni di Salerno - Luci d’artista.

Esse, insieme alle altre opere firmate, costituiscono un importante patrimonio di arte pubblica della Città.


21 Chiesa C.so Garibaldi: Natività; artista: Eduardo Giannattasio


22 Chiesa Sacro Cuore: L’Annunciazione; artista: Eduardo Giannattasio
Queste opere originali sono state commissionate dall’Amministrazione comunale nelle precedenti edizioni di Salerno - Luci d’artista. Esse, insieme alle altre opere firmate, costituiscono un importante patrimonio di arte pubblica della Città.


23 Piazza Monsignor Grasso: Stelle, le prime luci d’artista
Le stelle hanno sempre esercitato un grande fascino sull’uomo. La loro presenza nella volta celeste ha guidato la rotta dei viaggiatori, ispirato poeti e artisti, alimentato credenze popolari ma anche permesso a scienziati e astronomi di studiare lo Spazio e la composizione dell’Universo. Esse sono un elemento caratteristico del periodo natalizio e della rappresentazione religiosa e laica del Natale. Le ricordiamo nelle opere di molti artisti: dalle stelle a otto punte nella magnifica Cappella degli Scrovegni di Giotto, alle numerose volte delle chiese e Cattedrali italiane (Assisi, Siena), dalle stelle “tremolanti” di Van Gogh alle “geometriche” di Mirò e Matisse, fino a quelle “energetiche” di Zorio. Le stelle sono, in fondo, le prime, primordiali luci d’artista.


24 Via Settimio Mobilio: Circus; artista: Luca Pannoli
Circus è il titolo dell’installazione, commissionata all’artista Luca Pannoli dall’amministrazione comunale, per l’edizione di Salerno – Luci d’Artista del 2013.
Il Circo è al tempo stesso luogo e condizione ideale per l’esaltazione della fantasia; è un universo sempre in movimento, sospeso come un equilibrista sulla corda. Il circo è armonia, strepito, destrezza, risata, commozione; proprio come la vita. I fili di luce intrecciano le storie della gente del circo, eterni viandanti della vita al servizio dell’applauso del pubblico e al tempo stesso ricchi d’intensa umanità.

25 Arenile Santa Teresa: Moonlight; artista: Luca Pannoli
Moonlight è un’opera d’arte pubblica realizzata dall’artista Luca Pannoli per la Città di Salerno nel 2016. L’installazione dal punto di vista figurativo è costituita da una serie di profili metallici, snelli e sinuosi, che rimandano alle onde del mare, alle chiome degli alberi o alle forme sempre mutevoli delle nuvole, sulla cui sommità è visibile una poesia di luce di Federico García Lorca intitolata Capriccio:

Nella rete / della Luna / ragno / del cielo / s’impigliano / le stelle / svolazzanti.

26 Via Luigi Guercio: Il Mito; artista: Nello Ferrigno
«Poiché il mondo stesso lo si può chiamare mito, in quanto corpi e cose vi appaiono, mentre le anime e gli spiriti vi si nascondono». Nello Ferrigno sembra sposare in pieno la definizione di Saturnino Secondo Sallustio, perché l’obiettivo del suo lavoro, capace di coniugare la visceralità della manipolazione all’idea colta che sottende il disegno, è proprio quello di svelare i protagonisti che fanno parte di una memoria collettiva popolata da sirene e minotauri, divinità ed animali sacri.

27 via Volpe, via Nizza:Fatine

28 Via delPezzo: Fiocchi Dorati

29 Via Casalbore, viaConforti: Stella dei Venti

30 Piazza Gian Camillo Gloriosi: L’Albero dei Cuori
L’installazione luminosa l’Albero dei Cuori vuole porre l’accento sul sentimento dell’amore che, soprattutto durante le festività natalizie, trova la sua massima espressione in quanto legato alla nascita di Cristo e al clima di festa e di fratellanza che il Natale suggerisce.
Posizionata al di fuori del Centro Storico, questa installazione ha, nell’ambito della grande festa di Salerno - Luci d'Artista, l'obiettivo di valorizzare e di coinvolgere anche le aree cittadine meno interessate dal flusso turistico abituale.


31 Via Diaz, via Quaranta, via Manzo: Rami d’Autunno
Rami d’Autunno s’inserisce nella scia delle altre numerose installazioni di questa 17a edizione di Salerno – Luci d’Artista. Il tema della Natura, quindi, è il fil rouge che lega le varie luminarie.

32 Via Arce, via Velia, via Fieravecchia: Mosaico; artista: Enrica Borghi
Quest’opera originale, dal titolo Mosaico, è stata commissionata all’artista Enrica Borghi dall’amministrazione comunale per la seconda edizione dell’evento Salerno - Luci d’artista del 2007/2008.
Nasce dal profondo legame tra l’artista e la parte più antica della città. Percorrendo le strette vie del centro storico cittadino Enrica Borghi è rimasta colpita dalla particolare architettura dei fabbricati che propongono lo sviluppo verticale dello sguardo. richiedono un’osservazione verticale e non orizzontale. L’installazione è realizzata da pannelli modulari di forma quadrata e rettangolare che richiamano le decorazioni pavimentali e del loggiato del Duomo.

33 Zona S. Margherita (Bocciofila/Chiesa): esposizione “L’Arte e il Territorio”
Trotula De Ruggiero
Ponte dei Diavoli
Leucosia, Ligea e Partenope
Principe Arechi


34 Centro Polifunzionale Giovanile “Arbostella”: esposizione “Mare Mosso”
La Barca
L’uomo di Mare
Principessa Sichelgaita
Galleggia


35 Piazza Gian Camillo Gloriosi: Ippocampo Granata

 

Newsletter

Iscriviti
Iscriviti

La newsletter di Salerno Cultura contiene informazioni e segnalazioni su eventi, attività e iniziative organizzate o sostenute dal Comune.